#Cannes2018|4: Leto, forse (ma solo forse) un film pornopop

Cannes 2018, cinema, Scritture

Leto (L’estate) accende una luce (in bianco e nero) su un micro-cosmo inconnu fuori dai confini russi e da quelli dei feticisti del genere: la scena rock-new wave di Leningrado agli inizi degli anni ’80, tutta stretta tra sale d’incisione improvvisate, case ingombre di bicchieri, dischi, cover di dischi occidentali ricopiate a matita, e il Leningrad Rock Club, l’unica istituzione autorizzata dal potere a tenere concerti (sempre a patto che il pubblico, rigorosamente seduto, non si muova a tempo in modo troppo sfacciato).